attac italia

Che in tutto fra tutte suprema sia

Giovanni_Raboni.jpg

di: Vittorio Lovera

Per aiutarci a rialzare la testa e tornare a lottare. Per sconfiggere lo strapotere dei Mercati e fermare l'avanzata delle nuove destre, un preveggente sonetto del Poeta Giovanni Raboni.

Il tutto nell'ottavo anniversario dell'inapplicata vittoria per l'Acqua Pubblica, nei giorni dell'abominevole chiusura dei porti a sventurati esseri umani, primo atto di muscolare squadrismo del "contratto" giallo verde, dopo il discorso "extra costituzionale" di Mattarella, sulla supremazia dei Mercati, dopo i primi arresti romani ("onestà, onestà, legalità, legalità") per il business del nuovo stadio a Roma...

"Che in tutto fra tutte suprema sia

la legge del mercato, che a lei deva

subordinarsi restando utopia

per sempre tutto quello che solleva

 

l'uomo da se stesso sembra alla mia 

mente  quasi incredibile. Ma alleva

menti per crederci l'economia

trionfante, fa che ciascuna s'imbeva

 

di quel che credo miserabile e creda

a esso fieramente come al più santo 

vangelo; e non ha scampo chi rimpianto

 

dall'alto s'ostina finché non ceda

di schianto il cuore a provocare e di noia 

trema dove per altri è ottusa gioia"

(da "Altri sonetti")

Un mutualismo istituente

terra bene comune.jpg

di: Domenico Perrotta, Gaia Benzi, Giulio Calella

“Teniamo accesa la brace”: è l’invito con cui si è concluso il convegno che abbiamo organizzato a Roma il 7 e 8 aprile su iniziativa della rete Fuorimercato, Edizioni Alegre, Rivista gli Asini, Communia e Scup (a questo link è possibile scaricare tutti i materiali). Perché qualcosa si è acceso in questa due giorni, o almeno un bisogno vero di analisi e di iniziativa è stato colto, con un clima e una composizione dei partecipanti in larga parte diversi dalle assemblee a cui siamo abituati.

Non a caso già nella prima parte, più di scambio tra le realtà presenti sulle aspettative sul convegno, una delle motivazioni ricorrenti era la ricerca di “un po’ di aria fresca”, per interrompere la coazione a ripetere delle varie “sinistre” negli ultimi dieci anni, e porsi problemi di fondo sulla crisi epocale, sociale e politica, che abbiamo di fronte.

Con la volontà non di creare un nuovo “soggetto”, ma di iniziare a costruire uno spazio di relazione e iniziativa aperto e non identitario, in grado di dotarsi di alcuni strumenti organizzativi ma in cui possano convergere realtà di varia provenienza che ne condividano priorità e metodi di lavoro.

Leggi tutto...

La guerra va fatta solo alla povertà

litalia-ripudia-la-guerra_art-11g.jpg

di: Silvano Brandi e Marco Bersani

E' dal secolo scorso che in tutto il pianeta è in corso una guerra mondiale diffusa che coinvolge l'Asia, l'Africa, l'Europa, e l'America latina, con innumerevoli vite spezzate a partire dai bambini, con sofferenze atroci create a milioni di persone.

Da queste guerre e dalle crisi economiche in corso scappano milioni di cittadini per cercare di sopravvivere, invece di dare loro la solidarietà i governi non trovano di meglio che respingerli e molti finiscono affogati nel Mediterraneo o morti dal freddo o in tanti altri modi. Si tratta di un vero e proprio olocausto.

Leggi tutto...

Il governo di Emmanuel Macron attacca la SNCF

sncf.jpg

 di: EAN - Rete europea di Attac

La rete europea di Attac (EAN) desidera già da ora esprimere il suo pieno sostegno ai lavoratori dell'impresa, a tutti i subappaltatori, nonché agli utenti e a tutti i cittadini che subiranno l'impatto di questa politica di privatizzazione e smantellamento di un servizio pubblico efficiente. Il governo Macron vuole imporre questa politica "prima dell'estate". Sosteniamo le azioni a favore del servizio pubblico, in particolare le ferrovie.

Leggi tutto...

Tpl, l’assalto al trasporto pubblico

 

trasporti.png

Sostieni attac, dona il tuo 5x1000

 

di:Checchino Antonini*

Tpl: la corsa alle privatizzazioni, le lotte per il rilancio del servizio pubblico. Da Savona a Roma, da Milano a Napoli

Leggi tutto...

Dona ora!

Condividi

FacebookTwitterGoogle Bookmarks