attac italia

IL “GRANDE FRATELLO” DEL DEBITO

 contatore debito.jpg

di: Marco Bersani

A chi transita in questi giorni nelle principali stazioni ferroviarie, non sarà sfuggita la trovata pubblicitaria del Centro Studi Bruno Leoni, think tank iper-liberista: il debitometro, che calcola in tempo reale l'aumento del debito pubblico italiano.

Come un'enorme Grande Fratello, tra la marca di un profumo e la proposta di un viaggio esotico, il debitometro compare per ricordare a tutti la trappola dentro la quale va rinchiuso ogni desiderio di una vita più dignitosa.

La trovata è interessante perché esprime appieno le contraddizioni del capitalismo, che, dopo neppure tre decenni dalla “fine della storia”, non può più proporsi come un orizzonte generalizzato di benessere e, su questo, costruire un altrettanto generalizzato consenso; al contrario, può giocare la propria sopravvivenza solo sull'espropriazione feroce dei diritti delle persone, dei beni comuni e della democrazia.

Read more...

IL PARLAMENTO ITALIANO VOTA NO ALL'INSERIMENTO DEL FISCAL COMPACT NEI TRATTATI EUROPEI

http://www.inchiestaonline.it/wp-content/uploads/2017/12/fiscal_compact.jpg

di: ATTAC ITALIA

Le Commissioni Bilancio e Politiche europee della Camera dei Deputati hanno nei giorni scorsi votato NO all'unanimità all'inserimento del Fiscal Compact nei Trattati europei, come invece richiesto dalla nuova proposta di Direttiva promossa dalla Commissione Europea, che dovrebbe venire approvata entro giugno 2018.

Un primo dato da rilevare è che un pronunciamento del Parlamento, per quanto tenuto in sordina prima e dopo il voto, è finalmente arrivato.

Read more...

PROGRAMMI IN DEBITO

https://www.tp24.it/immagini_articoli/11-12-2017/1513014625-0-elezioni-sicilia-politiche-sgarbi-vuole-satiro-vinitaly.jpg

di Matteo Bortolon

Le elezioni sono alle porte, e fioccano le promesse delle forze politiche che ambiscono a guidare il paese – o quanto meno a entrare in Parlamento.

Oramai che i programmi sono disponibili comodamente sul sito del ministero dell'Interno, è possibile avere un panorama esaustivo su ciò che viene proposto sui temi della finanza e del debito.

Read more...

A Pescara contro i debiti illegittimi

di Marco Bersani

Articolo pubblicato su il manifesto del 20 gennaio 2018

DebitoGlobale


Il debito pubblico italiano ha toccato a fine 2017 il suo massimo storico, raggiungendo il 132,6% in rapporto al Pil, e collocando il nostro Paese al quinto posto planetario dopo Giappone (239,2%), Grecia (181,3%), Libano (143,4%) e Capo Verde (133,8%).

Un debito gigantesco, rispetto al quale la campagna elettorale avviata da quasi tutte le forze politiche assume i contorni del paradosso: mentre nessuna ha la benché minima intenzione di metterlo in discussione, così come di ridiscutere i vincoli finanziari europei imposti da Maastricht in poi, tutte si sbracciano in promesse tanto fantasmagoriche quanto destinate all’evaporazione il giorno dopo le elezioni.

Perché delle due l’una: o si mette in discussione la gabbia del debito, costruita artificialmente per permettere la prosecuzione dell’espropriazione di diritti sociali, beni comuni, servizi pubblici e democrazia, o si mantiene il campo di gioco prefissato dai “mercati” e ogni promessa è semplicemente destinata a restare tale.

Allora forse è necessario chiedere a chi si candida al governo del Paese di provare a dare una risposta ad alcune semplici domande basate su dati concreti:

Read more...

La trappola del debito

Intervista a Marco Bersani, Attac Italia a cura di Eugenio Miccoli (ByobluOfficial)
Storia, numeri e analisi sulla favola del debito pubblico, raccontati con lucidità e nella maniera più semplice possibile da Marco Bersani, filosofo, dirigente pubblico e fondatore di Attac.
 

ì
 
 

Dona ora!

Condividi

FacebookTwitterGoogle Bookmarks