attac italia

  • L'esperienza dell'Osservatorio sul Bilancio Comunale di Livorno

    10 Livorno Palazzo Comunale lowres

    di Simona Repole

    La crisi economica globale e le ricette dell’austerità europea e nazionale hanno colpito gravemente gli Enti Locali e, in particolare, i Comuni. I tagli dei trasferimenti, i vincoli di finanza sempre più stringenti, l’inasprimento del patto di stabilità interno e il recente pareggio di bilancio hanno ormai compromesso il principio costituzionale della sussidiarietà, vale a dire la sovranità e l’autonomia di azione del livello di governo più vicino ai cittadini.

    All’interno di questo quadro di forte criticità e incertezza delle risorse locali, la questione del patrimonio immobiliare pubblico è stata posta al centro dell’agenda politica nazionale e locale in ragione della sola ossessione di fare cassa e recuperare le risorse tagliate; una mera prospettiva senza sguardo lungo e al servizio dei valori del mercato e della speculazione privata. Una visione pericolosa che, portata agli estremi, spinge spesso a ritenere che persino il patrimonio storico-culturale sia un inutile fardello di cui è meglio sbarazzarsi.

  • Livorno 23 gennaio 2016: Una giornata importante

    ComunexComune 480px

    a cura di: ComuneXComune

    Si è tenuta a Livorno, lo scorso 23 gennaio, presso l’Arena Astra, la giornata seminariale “COMUNE PER COMUNE - RIPRENDIAMOCI CIÒ CHE CI APPARTIENE”, organizzata dall’Osservatorio sul bilancio comunale di Livorno, Attac Italia e Cobas Venezia.

    L’obiettivo della giornata, che ha visto la partecipazione di circa un centinaio di persone provenienti da diverse città d’Italia, è stato quello di mettere in evidenza come gli enti locali e le comunità territoriali siano - da tempo - diventati uno dei luoghi fondamentali di precipitazione della crisi.

    Con le diverse realtà territoriali che hanno partecipato all’iniziativa è stata condivisa la necessità di una riappropriazione sociale dei “Comuni”, come luogo della partecipazione dal basso e possibili motori di un nuovo modello di economia sociale territoriale, all'interno del quale la finanza deve tornare ad essere strumento al servizio dell'interesse generale.

    Attraverso gli interventi di Marco Bersani di Attac Italia, Simona Repole dell’Osservatorio sul Bilancio di Livorno e Mattia Donaden e Chiara Sabbatini di Cobas Venezia, nella prima parte della giornata è stato delineato il contesto europeo e nazionale di riferimento che caratterizza le attuali politiche di austerità e sono stati descritti i principali meccanismi e strumenti di finanza pubblica che hanno progressivamente compromesso l’autonomia finanziaria, gestionale e politica delle comunità locali.

Dona ora!