attac italia

  • Il nuovo ruolo politico della BCE

    07 bce

    di Roberto Errico

    Nonostante la crisi europea sia ben lontana dall’essere conclusa, ad oggi è possibile constatare che il primo ed importante lascito di questa fase sia la trasformazione definitiva della Banca Centrale Europea: da centro decisionale tecnico sulla moneta e sul credito a vero e proprio attore politico, dotato di amplissimi poteri di indirizzo e coercizione nei confronti degli Stati, oltre che del settore bancario. I passaggi attraverso cui la BCE è rapidamente diventata un centro di potere politico cruciale sono intimamente legati non tanto alla contingenza quanto ad un disegno, anche questo genuinamente politico: questo disegno è volto a riempire il vuoto di potere europeo, stante anche il peso specifico ridottissimo del Parlamento Europeo e le spinte centripete sempre più forti che provengono da partiti ed opinione pubblica, sia nei paesi che fanno parte dell’euro, sia in paesi come la Gran Bretagna, che l’anno prossimo potrebbe votare per l’uscita dall’Unione.

Dona ora!