attac italia

  • IL DEFAULT DEI COMUNI

    default_Comunui.jpg

    di Marco Bersani

    Quando si dice che gli enti locali sono uno dei luoghi di precipitazione della crisi, perché è soprattutto su di essi che si sono scaricate nel tempo le misure liberiste di austerità previste dai vincoli finanziari di Maastricht, non si sta facendo una considerazione astratta: secondo l'ultimo rapporto IFEL (Istituto per la Finanza e l'Economia Locale) dell'Anci, sono 84 i Comuni italiani in stato di dissesto e 146 gli enti locali (10 Province) che, in stato di pre-dissesto, hanno aderito alla procedura di riequilibrio finanziario pluriennale. Si sta parlando di un trend in ascesa: se nel 2011 erano 3 i Comuni finiti in default, sono diventati 21 nel 2014.

  • Massa Critica - L’audit sul debito dopo la manifestazione del 21 febbraio a Roma

    di Massa Critica Napoli

    Come è noto, insieme ad altre realtà del movimento, dei partiti e del sindacalismo di base, abbiamo partecipato alla manifestazione di Roma contro il debito del comune di Napoli promossa dal sindaco de Magistris.

    È altrettanto noto che insieme ad alcune di queste realtà abbiamo firmato un documento dove si esortava ad andare oltre l’urgenza del debito del CR8 l’amministrazione e le altre realtà di movimento e politiche della città che sostengono la battaglia di rottura delle politiche neoliberiste.

  • Parma, 25 novembre 2017: Fuori dalla trappola del debito


    CADTM 400x164

    Comitato per l’abolizione dei debiti illegittimi


    FUORI DALLA TRAPPOLA DEL DEBITO,

    RIAPPROPRIAMOCI DELLA RICCHEZZA SOCIALE TERRITORIALE

    Proposta di Incontro nazionale delle realtà territoriali che promuovono l'audit sul debito dei Comuni

    25 novembre 2017 

    ore 10,00/18,00

    Circolo dipendenti sanità (Circolo Arci) in via Confalonieri, 20

    PARMA

    Gli enti locali e le comunità territoriali sono da tempo diventati uno dei luoghi fondamentali di precipitazione della crisi. L'insieme delle misure relative ai parametri del patto di stabilità interno e del pareggio di bilancio, le politiche applicate con la trappola del debito pubblico, i tagli previsti dalle diverse spending review hanno da tempo costretto con le spalle al muro gli enti locali, mettendo a repentaglio la loro storica funzione pubblica e sociale. 

  • Verità e giustizia sul debito pubblico: Assemblea Nazionale del CADTM ITALIA Roma, 4 marzo

    NoDebemosNoPagamos 580x326

    di Assemblea nazionale di Cadtm Italia (Comitato per l’abolizione dei debiti illegittimi)


    Il mondo in cui viviamo è sempre più ingiusto. 
    La forbice tra i pochi che possiedono tutto e la gran parte delle popolazioni che non hanno nulla, in questi ultimi trenta anni si è allargata a dismisura.
    Nel capitalismo basato sulla finanza, l’economia contemporanea si è trasformata da attività di produzione di beni e servizi in economia fondata sul debito. 
    La liberalizzazione dei movimenti di capitale, la privatizzazione dei sistemi bancari e finanziari, i vincoli monetaristi che permeano l’azione dell’Unione Europea hanno progressivamente reso autonome le attività e gi interessi finanziari, che ora investono non più solo l’economia, ma l’intera società, la natura e la vita stessa delle persone.

Dona ora!