attac italia

L’aria che tira in tempi di populismo

populismo.jpg

di: Pino Cosentino

“La responsabilità del politico verso l’interesse esclusivo della Nazione dovrebbe imporgli di decidere in autonomia quel che è giusto e sbagliato, in ogni circostanza, a costo di infrangere promesse elettorali, o prendere decisioni impopolari. E se non lo fa, perché ha paura della vostra reazione, della reazione del popolo, abbiamo un problema enorme. E a dire il vero ce l’abbiamo da tempo, da quando la politica ha rinunciato al suo primato, da quando si è sottomessa alla società civile, ai suoi piagnistei, alla sua rabbia, al suo rancore, alla sua irresponsabilità. Da quando ha deciso di non fare le cose perché riteneva fossero giuste, ma perché così voleva il popolo.

Leggi tutto...

Movimento No Tav, lettera al Governo

No TAV.jpg

I grandi media si divertono a parlare di governi amici, di luna di miele tra No Tav e governo, di ministri che non vogliono fermare la grande opera ma migliorarla… Intanto in Val di Susa il Movimento non smette di presidiare ogni giorno il territorio e di ricomporre in molti modi diversi le relazioni sociali di coloro che vivono in Valle: per questo, dopo il bellissimo Festival alta felicità e la manifestazione di fine giugno, il Movimento No Tav scrive una lettera al governo per ricordare a tutti come, al di là delle promesse elettorali e della nuova analisi in corso dei costi/benefici, i promotori della Torino-Lione non si siano per nulla fermati 

Leggi tutto...

PER USCIRE DALLA SOCIETA' DEL RANCORE, PER RIAPRIRE L'ORIZZONTE DELLE POSSIBILITÀ

ATTAC manifestazione.jpg

di: ATTAC ITALIA

Il contributo di Attac Italia verso una manifestazione nazionale e oltre.

La crisi della democrazia, in Europa e nel nostro Paese, sta subendo un ulteriore avvitamento. A fronte di un' Unione Europea totalmente avvinghiata al dogma delle politiche liberiste e di austerità, la frustrazione sociale per il drammatico peggioramento delle condizioni di vita diviene sempre più terreno di coltura -e, spesso, approdo di governo- di formazioni politiche che fanno del sovranismo identitario e del nazionalismo razzista l'orizzonte della propria azione.

Leggi tutto...

Debito, nazionalismo e fraternità

razzismo bambini.jpg


di: Antonio De Lellis

Quello che definiamo razzismo è in realtà il frutto amaro di una pianta apparentemente suggestiva ed attraente che si chiama "nazionalismo".

Se provate a definire razzista qualcuno che si sente solo nazionalista vi si rivolterà contro con volgarità e violenza inaudita. Come possiamo convincerli che la loro azione, apparentemente corretta, perché semplicemente nazionalista, è in realtà un processo di rottura e di scardinamento delle basi su cui poggiano le culture europee e la democrazia per come la intendiamo generalmente?

Leggi tutto...

Stop al business dell'accoglienza: e se non fosse solo uno slogan?

 arianna-ciccone.jpg

di: Raphael Pepe

Si parla tanto di un cosiddetto “business dell'immigrazione” che occorre ostacolare. Si urla allo scandalo per dei costi considerati troppo elevati per l'accoglienza dei richiedenti asilo e rifugiati e si usa l'argomento per legittimare la chiusura di porti e il respingimento dei migranti.

Oggi in Italia però, non esiste un vero dibattito sul tema, e sarebbe anche utile averne uno; ma prima di entrare nel merito occorre fare chiarezza. Se si ritiene che  l'accoglienza generi costi troppo elevati, ci sono provvedimenti semplici che si potrebbero prendere per ridurli facilmente e non a scapito del servizio, bensì a suo favore.

Leggi tutto...

Dona ora!

Tag Cloud

Condividi

FacebookTwitterGoogle Bookmarks