attac italia

ROMA, 7 MAGGIO 2016 – PIAZZA DELLA REPUBBLICA INSIEME PER FERMARE IL TTIP

stop-ttip-generic.jpg

Unione Europea e USA stanno negoziando da quasi tre anni il Partenariato Transatlantico sul Commercio e gli Investimenti (TTIP), il cui obiettivo, al di là della riduzione dei già esigui dazi doganali, è soprattutto quello di ridefinire le regole del gioco del commercio e dell’economia mondiale, anche attraverso l’armonizzazione di regolamenti, norme e procedure su beni e servizi prodotti e scambiati nelle due aree.

Leggi tutto...

SERVIZI PUBBLICI SOTTO ATTACCO

Il TTIP, il CETA e la collusione segreta tra le lobby delle imprese e i negoziatori commerciali

IN ALLEGATO

Attachments:
FileDescription
Download this file (Ex-su~.pdf)Servizi pubblici sotto attaccoCETA, TTIP

CETA e TTIP contro i servizi: risponde il vice-ministro Calenda e Marco Bersani controrisponde

 

Risposta di Carlo Calenda, Viceministro allo Sviluppo Economico

 

Gentile Direttore,

Marco Bersani nel suo articolo “CETA e TTIP contro i servizi”, pubblicato il 31 ottobre scorso, sembra indicare una volontà dell’Europa di aprire i servizi pubblici agli investimenti privati esteri, attraverso gli accordi di libero scambio.

Leggi tutto...

CETA E TTIP CONTRO I SERVIZI PUBBLICI

TTIP3.jpg

di Marco Bersani

"Per chi legge in buona fede il mandato negoziale del TTIP, è del tutto evidente che i servizi pubblici non sono oggetto di negoziazione”. Così ripete ad ogni occasione il viceministro dello sviluppo economico Carlo Calenda. “A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca” verrebbe da rispondere citando il famoso “belzebù” della prima repubblica. D’altronde, basta leggere quanto previsto dal CETA (Accordo commerciale Ue-Canada, la cui ratifica partirà nel 2016) e dal TTIP (Accordo Usa-Ue, in fase di negoziazione) per capire chi ha ragione.

Leggi tutto...

Il PD e il TTIP

Europa PD PSE

di Marco Bersani (Attac Italia)

Il gruppo Socialisti & Democratici ha fortemente voluto questa risoluzione, proprio perché espressione concreta del potere di controllo che detiene il Parlamento e, dunque, attraverso di esso, i cittadini”. Così commenta, sul suo sito personale, l’eurodeputata del Pd Alessia Mosca l’avvenuta approvazione (29 voti a favore, 12 contrari) alla Commissione internazionale (INTA) del Parlamento europeo del progetto di relazione sul TTIP.

La risoluzione in oggetto aveva il preciso scopo di rilanciare lo strumento dell’ISDS (Investor-State Dispute Settlement) -un meccanismo che consente alle imprese multinazionali di citare in giudizio presso corti internazionali di arbitrato commerciale le autorità pubbliche in seguito all’approvazione di norme che, a loro giudizio, potrebbero recare danno alla profittabilità dei propri investimenti- dopo le pesanti critiche emerse anche da una consultazione pubblica promossa nel 2014 dalla stessa Commissione Europea, che ha visto oltre 150.000 persone esprimere il proprio totale dissenso.

Leggi tutto...

Dona ora!

Condividi

FacebookTwitterGoogle Bookmarks