attac italia

In questa sottocategoria sono pubblicati gli articoli del Granello di Sabbia

Per ricevere il granello mensilmente, mandare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Editoriale - Una città per tutti

UnaCittaPerTuttie v2

di Vittorio Lovera

Questo Granello di Sabbia, Una Città per Tutti, riprende e approfondisce gli interventi dell’Università popolare di Attac Italia tenutasi a Venezia nell’aprile 2019 e realizzata in co-progettazione con molte realtà locali: Poveglia per tutti, La vida, Eddyburg, Rete Set,  Patto per Venezia Consapevole, Laboratorio Civico di residenza, Cobas Comune Venezia.

Se gli spunti delle varie relazioni che potrete di seguito leggere e valutare sono molto interessanti, è altrettanto importante sottolineare qui la traiettoria - strategica e metodologica - che Attac Italia sta da tempo praticando verso forme di autentica partecipazione dal basso e finalizzata ad una ri-scrittura plurale e inclusiva del modello di società che vogliamo. Un percorso iniziato anni fa con la proposta “Riprendiamoci il Comune”, un percorso ribadito e approvato nella nostra Assemblea nazionale del 1 dicembre a Bologna, “ Fuori dalla Società del rancore, riapriamo l’orizzonte delle possibilità”, incentrato su come cambiare il presente ma soprattutto su come costruire il futuro.  

Leggi tutto...

L’ideologia del decoro urbano

Ricciardi Accoglienza e1493302013515

di Roberto Guaglianone

«Sicurezza» e «decoro (urbano)» sono termini sempre più ricorrenti nel dibattito pubblico. A questo ha certamente contribuito, nell’ultimo anno, l’emanazione governativa di un pacchetto di provvedimenti esplicitamente ad essi riferiti:

  • Decreto dignità
  • Decreto sicurezza e immigrazione
  • Reddito di cittadinanza

Il «combinato disposto» di questi tre strumenti permette di comprendere la natura escludente delle politiche messe in atto dall’attuale esecutivo:

  • Il «decreto dignità» non mette in discussione il Jobs Act, che abroga molti ammortizzatori sociali
  • Il «decreto sicurezza» è costruito per rendere impossibile non solo l’arrivo ma anche la vita delle persone che sono emigrate verso l’Italia
  • Il «reddito di cittadinanza» esclude dal suo godimento numerosi soggetti, non solo stranieri

Tornano in mente alcune affermazioni su uno dei principali teorici del neoliberismo, contenute in “Shock economy” di Naomi Klein, secondo cui “Friedman ha capito che, così come i prigionieri sono ammorbiditi  a causa dello shock della loro cattura, per l’interrogatorio, lo shock dei disastri potrebbe servire per ammorbidire la gente fino ad accettare la sua massiccia  radicale crociata per il libero mercato. Ha informato i politici che immediatamente dopo una crisi, loro dovrebbero spingere  attraverso una serie di azioni dolorose, intese come polizze contro la capacità di riacquistare lucidità, fiducia in se stessi da parte della gente.”

Leggi tutto...

Facebook privatizza anche la moneta?

facebook project libra particpants 580x675

di Marco Schiaffino

Se qualcuno pensava che la libera circolazione dei capitali avesse raggiunto il suo culmine grazie alle politiche ultra-liberiste degli ultimi 30 anni, sappia che si sbagliava di grosso. Quello a cui potremmo assistere nel prossimo futuro potrebbe essere una vera rivoluzione copernicana nel mondo finanziario. Si chiama Libra e nelle intenzioni dei suoi creatori (Mark Zuckerberg in primis) dovrebbe essere il primo passo verso la “Internet of money”. Per semplificare, Libra dovrebbe diventare lo strumento attraverso il quale i privati, capitanati da Facebook, arriverebbero a battere moneta. Una moneta che di “virtuale”, a quanto pare, avrebbe ben poco.

Leggi tutto...

La riappropriazione dei beni comuni urbani

maria francesca de tullio edited 580x326

Maria Francesca De Tullio (Università degli Studi di Napoli Federico II - Universiteit Antwerpen)

I ‘beni comuni’ stanno diventando una questione politica perché si prestano a nominare un’istanza urgente, di autodeterminazione e accessibilità da parte di tutti e di tutte dei beni necessari ai diritti fondamentali.

Questo è stato chiaro per l’acqua, che ha un collegamento evidente con il diritto alla vita. Ma alcuni movimenti - come quello dei teatri occupati - hanno mostrato che un bene può essere necessario ai diritti non tanto per la propria natura, quanto per il modo in cui è amministrato. E, soprattutto, che uno stesso bene è tanto più indispensabile quanto più la persona è in stato di bisogno. E i teatri ne sono un esempio: essi possono restare vuoti, essere usati per l’industria dell’intrattenimento, aprirsi alla fruizione culturale libera, o ancora essere autogestiti come mezzo di produzione condiviso.

Leggi tutto...

Piattaforme e rendita fondiaria. Le mani (di Airbnb) sulla città

Airbnb Logo 480x252

di Gerardo Marletto (Università di Sassari)

La crescita esponenziale di Airbnb è forse uno dei tratti più distintivi di come è cambiato il turismo negli ultimi anni. Nata nel 2007, Airbnb negli ultimi cinque anni ha più che decuplicato il suo fatturato:  da “solo” 200 milioni di dollari nel 2013, a ben 2,8 miliardi nel 2017. Certo, molto meno rispetto agli oltre 10 miliardi di fatturato che hanno registrato – sempre nel 2017 – i due grandi gruppi delle piattaforme internet turistiche: Expedia e Booking.

Tab. 1 – Le principali piattaforme internet turistiche

Tabella1 600x174

Leggi tutto...

Dona ora!

Tag Cloud

Condividi

FacebookTwitterGoogle Bookmarks