attac italia

Napoli: se il debito è pubblico, pubblicamente va discusso!

 massacrtica2.png

 FIRMA LA PETIZIONE: http://www.stopfiscalcompact.it/

di: Massa Critica – Napoli

Il cosiddetto pre-dissesto è stato introdotto nel 2012. Si tratta di una procedura che i comuni in crisi strutturale possono mettere in atto per evitare il #dissesto vero e proprio, e consiste in un piano di riequilibrio pluriennale che può essere assistito dallo Stato, il quale può anticipare risorse attingendo ad uno specifico fondo da restituire, il Fondo rotativo (http://finanzalocale.interno.it/circ/dec2-13.html).

A questo indirizzo l'articolo completo:

http://www.massacriticanapoli.org/2017/11/16/il-debito-pubblico-a-napoli/

 

MAASTRICHT: 25 ANNI BASTANO

 Maastricht.jpg

FIRMA LA PETIZIONE: http://www.stopfiscalcompact.it/

di: Marco Bersani

Per destrutturare l'economia del debito, occorre affrontare l'architettura monetarista dell'Unione Europea, a partire da uno spartiacque fondamentale: il Trattato di Maastricht1 approvato nel 1992. Perché se è vero che l'Europa Unita è stata da sempre pensata come un progetto neoliberale, è altrettanto vero che, con il Trattato di Maastricht, ogni possibile dialettica tra dottrina liberista e politiche redistributive di tipo keynesiano è stata definitivamente accantonata, per imporre un'integrazione continentale basata unicamente su una “economia di mercato aperta e in libera concorrenza”.

Leggi tutto...

L’economia del debito: per le periferie il sindaco di Milano chiede l’elemosina ai ricchi

SALAVINCE.jpg

FIRMA LA PETIZIONE: http://www.stopfiscalcompact.it/

di: Marco Schiaffino

Milano, ottobre 2017. “Penso sia il momento di ristimolare il mecenatismo milanese. Ci sono decine di famiglie che hanno una dimensione di patrimonio tale per cui, in questo momento storico, potrebbero voler fare qualcosa per la città. Ne sto già parlando con qualcuno”. Le parole sono del sindaco di Milano Giuseppe Sala e il tema è quello del cosiddetto piano periferie, cioè l’opera di riqualificazione delle “zone svantaggiate” della città.

Leggi tutto...

IL TABU’ DELL’ANNULLAMENTO DEL DEBITO

 https://pbs.twimg.com/media/BWENTfjCUAAExyr.jpg

di: Marco Bersani

Parlare di annullamento del debito oggi significa affrontare quello che, con l’avvento della dottrina liberista, è diventato un vero e proprio tabù. Secondo la narrazione dominante, infatti, un mancato pagamento è qualcosa di eccezionale che bisogna evitare ad ogni costo. Peccato che la storia si incarichi di dimostrare l’esatto contrario. La prima proclamazione di annullamento del debito di cui si ha riscontro risale all’anno 2400 a.C. nella città di Lagash (Sumer), mentre il regno di Hammurabi, re di Babilonia (1792-1750) fu contrassegnato da quattro annullamenti generali dei debiti dei cittadini con i poteri pubblici. In totale, gli storici hanno identificato con precisione una trentina di annullamenti generali del debito in Mesopotamia tra il 2400 e il 1400 a. C..

Leggi tutto...

PRIMA LE BANCHE POI I BAMBINI

 http://i2.res.24o.it/images2010/Editrice/ILSOLE24ORE/ILSOLE24ORE/2017/04/22/Finanza%20e%20Mercati/ImmaginiWeb/banca-pop-vicenza-veneto-banca-835.jpg

di Marco Bersani

Dopo aver sostenuto per mesi che Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca necessitavano di una “ricapitalizzazione precauzionale”, ovvero che erano banche fondamentalmente “sane”, ma bisognose di un ulteriore supporto, il governo Gentiloni-Padoan ha improvvisamente cambiato idea, dichiarandole fallite e ponendole in liquidazione.

Leggi tutto...

Dona ora!

Tag Cloud

Condividi

FacebookTwitterGoogle Bookmarks