attac italia

Italia: rotta di collisione

Risultati immagini per conte presidente del consiglio biografia

di: Antonio De Lellis

Il primo ministro Conte ha molta difficoltà a misurarsi con la realtà se a distanza di poche settimane cambia radicalmente valutazione sull'Italia. Prima: "sarà un 2019 bellissimo"; poi afferma "stiamo vivendo una congiuntura sfavorevole"

Cos'è che non va davvero? Export ok, consumi ok, ma le scorte diminuiscono troppo perché non ci sono ordinativi e senza quest'ultimi nessun artigiano o fabbrica o commerciante acquista e fa magazzino.

Questa naturalmente sarà una bomba sul rapporto debito/Pil perché se il denominatore diminuisce il fattore aumenta di molto.

Leggi tutto...

L’anno che verrà

marco bersani 580x435

di Marco Bersani. (Articolo pubblicato sul manifesto del 6 aprile 2019)

“Sarà un anno bellissimo” aveva annunciato ad inizio febbraio il Presidente del Consiglio Conte.Sarà perchè 'nemo propheta in patria', ma i conti di Conte sembrano tutt'altro che intenzionati a tornare.

Le previsioni di un Pil al +1,5% nel 2019 fanno ormai parte delle favole che si raccontano nelle sere d'inverno ai nipotini, mentre la vorticosa discesa verso la recessione (Pil negativo) sembra imboccata con determinazione.

Intanto, il debito pubblico, rispettando il vero copione della dottrina neoliberale, aumenta con passo costante, e la gabbia per la popolazione italiana, riverniciata di giallo-verde, è di nuovo chiusa con doppio mandato.

Leggi tutto...

Tassare i ricchi per prevenire derive oligarchiche

Alexandria Ocasio-Cortez

Le contro riforme fiscali in Italia hanno contribuito enormemente a creare le scandalose disuguaglianze sociali. Solo l'Irpef,  dal 1974 al 1982, aveva 32 aliquote, la minima al 10% , la massima al 72%, al di sopra di 258.000 € di reddito imponibile. Dal 1983, il mutato quadro politico, che aveva scelto di sostenere il processo della finanziarizzazione, determinò un processo di contro-riforme che condussero ad una riduzione delle aliquote, solo 5, dal 23%, la minima, al 43%, la massima, su redditi imponibili oltre i 75.000 €.

Leggi tutto...

DEFICIT: TANTO TUONO' CHE NON PIOVVE

  deficit.jpg

di: Marco Bersani

Dopo aver abolito la povertà e la corruzione, il governo gialloverde si appresta a inanellare un altro grande risultato: la sconfitta dei vincoli di bilancio monetaristi dell'UE, con l'incredibile sforamento del 2,04% del deficit per il 2019.

Certo, decisamente meno del 2,4% annunciato a pugni alzati dal balcone di Montecitorio un paio di mesi fa, ma le promesse fatte al popolo vanno mantenute.

Leggi tutto...

NON ERA UN GOLPE

  grecia-austerity.jpg

di: Matteo Bortolon

This is a coup. Questo è un golpe. Tale frase rimbalzava furiosamente sui social in Francia, Germania, Italia, Grecia, Uk ecc., in prossimità dell'accordo che le autorità della Troika (Commissione Ue, Banca centrale Europea e Fondo monetario) erano riuscite a strappare al governo di Syriza nel luglio 2015. Un golpe contro la sovranità del popolo greco che aveva massicciamente – e coraggiosamente – votato contro un programma di austerità che veniva imposto lo stesso.

Leggi tutto...

Dona ora!

Tag Cloud

Condividi

FacebookTwitterGoogle Bookmarks