attac italia

  • Dieci ragioni per dire No Tap!

    no tap 580x387

    di Re:Common

    Riportiamo le argomentazioni contro il Trans Adriatic Pipeline (TAP) -ennesima grande opera contro cui si stanno rivoltando le popolazioni coinvolte- espresse quattro anni fa da Re:Common e tuttora attuali.

    1. NON SERVE né a noi né al resto d’Europa

    In Europa di gasdotti ce ne sono in abbondanza. Tuttavia i consumi sono in costante diminuzione. I progetti di nuovi gasdotti rispondono quindi a ragioni economico-finanziarie e non alle “necessità” reali di chi vive in Italia o negli altri paesi. Costruire il TAP non servirà a rilanciare l’economia e a “uscire” dalla crisi economica che persiste. Non serve a chi ha perso il posto di lavoro, o a chi è stato costretto a chiudere la propria attività. Non serve neanche a chi vorrebbe emanciparsi dal gas russo, perché i russi sono parte del progetto con la loro azienda petrolifera Lukoil, impegnata nell’estrazione proprio del gas che dovrebbe essere trasportato dal TAP. Non serve a chi spera “che almeno porti soldi”, perché la società costruttrice (la Trans Adriatic Pipeline AG) è registrata a Baar, in Svizzera, e non pagherà mai le tasse in Italia.

    2. DANNEGGIA IL TERRITORIO ben oltre la sua costruzione

Dona ora!