attac italia

  • Dopo le stragi di Parigi: terrore, rivolta, azione

     

    parigi_piazza.png

    di Attac France
    All'indomani delle stragi di Parigi, iscritti e simpatizzanti di Attac, all'unisono con la società francese, sentono orrore e disgusto per l'odio indiscriminato e omicida.

  • Quattro domande per capire cosa sta succedendo in Siria

     

    di Lorenzo Declich

    Cosa è successo di preciso nella provincia di Idlib? Cosa succederà dopo l'attacco americano? Qual è la situazione in Siria?

    A pochi giorni dagli eventi che hanno riportato i riflettori sulla tragedia che i siriani, attacchi chimici o non, vivono ogni giorno, l'impressione èancora una volta che attorno a essi sia montato l'ennesimo effetto tifo-da-stadio, quello fatto di confusione e di un lancio di accuse fine a se stesso. 

  • Solidarity with Brussels

    bruxelles_attentati.jpg

    dalla Rete Europea di Attac

    Questo martedì, 22 marzo 2016, degli attacchi terroristici a Bruxelles hanno provocato decine di morti e centinaia di feriti. Essi possono essere solo condannati e il nostro più profondo cordoglio va ai parenti e amici delle vittime.
    Ma dobbiamo anche restare vigili contro la possibilità di vedere i nostri diritti democratici limitati per lo stato di emergenza.
    Ma dobbiamo tenere a mente che il Belgio è in guerra, direttamente o indirettamente, in diversi paesi e che la guerra significa morte nello stesso modo, peraltro, della vendita di armi e munizioni.
    Ma dobbiamo essere consapevoli che la morte colpisce intorno a noi in molti altri modi che possono e devono essere prevenuti, come le vittime di radiazioni nucleari o i migranti che annegano nel Mediterraneo, in fuga da conflitti in cui non siamo innocenti.
    Infine, e soprattutto, dobbiamo rifiutare l'invito a odiare gli "arabi" o i "musulmani"; dobbiamo lavorare insieme per un mondo più giusto e solidale.

  • Unione europea: Attac assegna il premio Nobel dei sacrifici

     

    Comunicato