attac italia

  • A tutta finanza!

    train

    di Marco Bertorello

    La pre­sunta loco­mo­tiva sta­tu­ni­tense ha subito una bat­tuta d’arresto nella cre­scita del Pil nel primo tri­me­stre di quest’anno (-0.7%), regi­strando la terza con­tra­zione dal 2009. La ripresa sem­bra in corso, ma la crisi non pare finita e i dati restano controversi.

    Se un recu­pero è in corso si tratta indub­bia­mente di quello del seg­mento finan­zia­rio, otte­nuto gra­zie a un intenso inter­vento mone­ta­rio espan­sivo. Anche in que­sto caso si tratta di movi­menti con­tro­versi, pro­dotti da un libe­ri­smo inter­ven­ti­sta, appa­ren­te­mente un ossi­moro. La ripresa, dun­que, è gover­nata dall’alto e, secondo la teo­ria domi­nante, a cascata dovrebbe far ripar­tire l’intera eco­no­mia, ma ciò per ora non sta acca­dendo. In ogni caso non va sot­to­va­lu­tata l’attuale dina­mica per com­pren­derne effetti e contraddizioni.