attac italia

Aziende: la compravendita di obbligazioni

FincheDebitoNonCiSepari

Foto di Ehud Neuhaus su Unsplash

di Matteo Bortolon, CADTM Italia (Articolo pubblicato sul manifesto del 27 aprile 2019)

Su queste pagine abbiamo visto come sia sempre crescente l'indebitamento delle aziende nel mondo, un fenomeno che rappresenta un buon indice della forza del processo di finanziarizzazione, secondo un recente rapporto OECD che mostra come i prestiti alle imprese siano passati da una media di 864 miliardi di dollari annui pre-crisi a 1700 miliardi annui nella decade successiva. Un recente articolo di Eric Toussaint, portavoce della rete CADTM ci chiarisce cosa è stato fatto di tutto questo denaro. Che mostra perché, come precedentemente argomentato, l'indebitamento non è più funzionale ad un processo produttivo (magari ai suoi inizi) ma diventa elemento permanente e strutturale.

Le imprese ricomprano sul mercato le proprie azioni. Ciò consente di farne crescere il prezzo in borsa grazie ad una domanda artificiale, così remunerando maggiormente gli azionisti (che incassano pagando meno tasse: i soldi che “entrano” come acquisto di azioni sono di solito tassati di meno rispetto ai profitti derivanti da altri modi di fare profitto). Il fenomeno ha assunto dimensioni impensabili: si calcola che tale pratica (nota come “buyback”) negli USA arrivi a 3500 miliardi negli ultimi 10 anni nei soli USA. Tanto da guadagnare le attenzioni di Bernie Sanders (che ha fatto delle proposte di regolamentazione più stringenti) quando – a sorpresa – dell'ultraliberista senatore repubblicano Marco Rubio.

Leggi tutto...

CREDITO, LA PROVA DEL NOVE DEL RISTAGNO

Risultati immagini per La Corte di Giustizia dell’Unione europea

di: Marco Bertorello

Una notizia buona e alcune altre cattive per le banche italiane. La Corte di Giustizia dell’Unione europea di primo grado ha annullato la decisione della Commissione europea del 2015 che aveva impedito l’intervento del Fondo interbancario di tutela dei depositi per salvare la piccola Banca Tercas. Il Tribunale conferma l’impostazione, che a suo tempo fu di Banca d’Italia, secondo cui tale intervento non era catalogabile come aiuto di Stato, dunque era possibile anche per le regole dell’Unione. Se questa decisione fosse stata presa allora, avrebbe consentito la possibilità di salvare i correntisti delle banche poi fallite. Invece nel definire il Fondo interbancario prevalse la logica che evidenziava regia e garanzie pubbliche di contro alla partecipazione degli istituti privati.

Leggi tutto...

LA CRISI DOPO LA CRISI

Risultati immagini per bce

di: Marco Bersani

Il Presidente della Bce, Mario Draghi, ha annunciato in questi giorni nuove misure per far fronte al rallentamento dell'economia, dovuta a diversi fattori, dalla guerra sui dazi fra Trump e Xi alla Brexit, dalla crisi dell’auto tedesca ad elezioni europee più che incerte. I tassi di interesse resteranno fermi fino ad almeno a tutto il 2019, mentre verranno messe in campo nuove operazioni trimestrali di rifinanziamento del sistema bancario a più lungo termine (Tltro-III), con l'obiettivo "che le banche possano prendere a prestito e prestare denaro alle imprese e all'economia reale".

Leggi tutto...

Bankitalia, indipendenza o irresponsabilità

 Bankitalia 2.jpg

 di: Matteo Bortolon

A fine 2017 Matteo Renzi attaccava il governatore della Banca d’Italia Visco, chiedendo di non riconfermalo. Apriti cielo. Una serie così serrata di attacchi non si era vista nemmeno in merito alle peggiori imprese dell’ex sindaco di Firenze come il Jobs Act. Precarizzare il lavoro lo si può discutere, sulla indipendenza di Bankitalia si devono fare le barricate.

Il copione si riproduce oggi che Di Maio pretende di dire la sua sulla nomina dei vertici dell’istituto e su CONSOB. La reazione rasenta il panico da emergenza democratica, in prima fila la sedicente sinistra anti-populista (Repubblica, Pd), poi a seguire Brunetta, Tria, e i vertici UE. La Lega dopo aver appoggiato Tria in Consiglio dei ministri vede Salvini che attacca pure lui Bankitalia, con toni ancora più duri. Sente l’odore del sangue.

Leggi tutto...

Da dove viene la recessione italiana

recessione.jpg

di: Marco Bertorello

È sconsolante vedere come tutti giochino la propria partita intorno alla notizia del ritorno della recessione in Italia. Una partita per politici ed economisti che addossano le responsabilità su altri. Raramente si prova a leggere la fase, il contesto nazionale in relazione a quello internazionale. I dati strutturali insieme a quelli contingenti.

Leggi tutto...

Sottocategorie

Finanza pubblica Debito

Tasse globali

Paradisi fiscali

neoliberismo

cassa depositi e prestiti

 

CADTM ITALIA

logo_cadtm.png 

Dona ora!

5X1000 ad Attac

5 per mille ad Attac Italia

Università estiva

Granello di sabbia

Granello_204x174.png

Riprendiamoci il Comune

CorsiFormazioneEntiLocali.png

STOP TTIP! STOP CETA!

Stop_TTIP.jpg

STOP FISCAL COMPACT!

stop_fiscal_compact_immagine.png 

ACQUA PUBBLICA

ACQUA-pubblica_small.jpg

 

campagna005.jpg

Sostieni Ri-MAFLOW!

images/rimaflow_400x267.jpg

Condividi

FacebookTwitterGoogle Bookmarks