attac italia

UNIONE BANCARIA ASIMMETRICA

EU-Puzzle-mit_Stempel-web.jpg

 

di: Matteo Bortolon

Nel 2013 l'economista Emiliano Brancaccio aveva espresso sul Sole 24-Ore i problemi in merito all'Unione bancaria. Nella divergenza fra nord e sud UE, una integrazione che procede in alcuni settori e in altri stenta, potrebbe generale “spiacevoli effetti collaterali”. Com'è andata a finire?

Leggi tutto...

I rischi della finanza "fuori controllo"

borsa 580x386

di: Marco Bertorello.  Articolo pubblicato sul manifesto del 15/09/2018  

Il 15 settembre 2008 falliva la banca statunitense Lehmann Brothers e oggi, come è consuetudine attorno a ogni ricorrenza di una certa importanza, i commenti si sprecano. La gran parte sottolineano lo scampato pericolo e diversi si spingono a enfatizzare le ritrovate capacità di controllo all’interno del sistema economico-finanziario. Alcuni circoscrivono il problema sostenendo che oggi il sistema sia più forte e che non potrà certo andare in crisi a causa del fallimento di una sola banca. Come se il fallimento della Lehmann Brothers fosse stato la causa della crisi e non il detonatore di ciò che per molti versi era iniziato addirittura nel 2007, con molteplici bancarotte e salvataggi.

Leggi tutto...

A dieci anni dal crollo

lehman-brothers-653928.jpg

di: Sergio Farris 

Il 15 Settembre 2008 è la data convenzionalmente associata all'inizio dell'ultima grande crisi finanziaria ed alla Grande recessione (anche se, nel corso dell'anno e mezzo precedente, vi erano stati in vari Paesi diversi fallimenti di istituti finanziari) i cui effetti si sono propagati fino ad oggi. Quel giorno venne dichiarato l'avvio della procedura fallimentare del quarto gruppo bancario di investimento statunitense, Lehman Brothers, travolto dalle perdite legate alla crisi dei mutui immobiliari.

Leggi tutto...

La finanziarizzazione torna a essere il motore primo

Borsa

 di Marco Bertorello (articolo pubblicato su il manfesto del 21 luglio 2018)

Viviamo tempi confusi e contraddittori in cui l’attenzione è tutta concentrata su una politica sempre più spettacolarizzata e aggrappata a temi simbolici che aggrediscono la superficie dei problemi, ma raramente ne intaccano la sostanza. Vale la pena invece ragionare su indizi che ci possono parlare del senso di marcia profondo in cui è diretta l’economia. Ne propongo due lontani tra loro sia per qualità sia per consistenza, ma che possono risultare esemplificativi.

Leggi tutto...

Quando la dignità si trasforma in propaganda

Conte DiMaio1a 580x266

Osservazioni al Decreto Legge “Per la dignità dei lavoratori e delle imprese”

di Matteo Gaddi

Le disposizioni contenute nel  cosiddetto “Decreto Dignità” (“Limiti alla delocalizzazione delle imprese beneficiarie di aiuti”) avrebbero potuto rappresentare un passo in avanti per contrastare concretamente il fenomeno delle delocalizzazioni; ma le profonde modifiche che ha subito il Decreto tra la bozza orginaria (2 luglio) ed il testo pubblicato in Gazzetta Ufficiale (qui la tabella comparativa tra le due versioni) ne determinano lo svuotamento.

Rimangono soltanto le buone intenzioni, o peggio ancora la propaganda, raccontate sui media dal vice-premier Di Maio, ma la realtà è ben diversa. Queste modifiche, inoltre, si vanno ad aggiungere alle carenze già contenute nella bozza originaria facendo si che il Decreto, nella parte sulle delocalizzazioni, si riveli un'arma del tutto spuntata e, quindi, quasi del tutto inutilizzabile.

Vediamo il perchè.

Leggi tutto...

Sottocategorie

Finanza pubblica Debito

Tasse globali

Paradisi fiscali

neoliberismo

cassa depositi e prestiti

 

CADTM ITALIA

logo_cadtm.png 

Dona ora!

5X1000 ad Attac

5 per mille ad Attac Italia

Università estiva

UNI_estiva_2018_immaginextimeline_580x580.png

 

Granello di sabbia

granello_homepage.jpg 

Riprendiamoci il Comune

CorsiFormazioneEntiLocali.png

STOP TTIP! STOP CETA!

Stop_TTIP.jpg

STOP FISCAL COMPACT!

stop_fiscal_compact_immagine.png 

ACQUA PUBBLICA

ACQUA-pubblica_small.jpg

 

campagna005.jpg

Sostieni Ri-MAFLOW!

images/rimaflow_400x267.jpg

Condividi

FacebookTwitterGoogle Bookmarks